• Iscriviti alla nostra newsletter riceverai le nostre offerte e gli aggiornamenti!



Home / Consigli utili / Lenti a contatto sclerali

Lenti a contatto sclerali

Lenti a Contatto Sclerali o a grande diametro

Le lenti a contatto sclerali o a grande diametro, che hanno il loro punto di appoggio oltre i confini della cornea, sono da ritenersi tra le migliori opzioni per la correzione della visione in cornee irregolari (cheratocono, cheratoglobo, degenerazione marginale pellucida, trapianto di cornea)  e possono rinviare l’intervento chirurgico e diminuire il rischio di cicatrici corneali.

Al fine di preservare l’integrità della cornea è necessario evitare qualsiasi contatto meccanico e le lenti sclerali garantiscono questo risultato perché, grazie all’appoggio sclerale, superano a ponte la cornea.

 

Classificazione delle lenti a contatto in base al diametro:

  • Corneale– Diametro totale standard da 8,00 mm a 12,50 mm (il diametro totale può essere anche inferiore ai 8 mm) – La lente è in totale contatto con la cornea – Scarso o nessun serbatoio di lacrimale
  • Corneo sclerale– Corneo-Limbari/Semi-sclerali/Limbari – Diametro totale da 12,50 mm a 15,00 mm – La lente è in contatto con la cornea e la sclera – Il serbatoio di lacrimale è limitato
  • Sclerale– Aptica – Mini sclerale – Diametro totale da 15,00 mm a 18,00 mm – La lente è in contatto con la sclera – Il serbatoio di lacrimale è talvolta limitato
  • Sclerale– Aptica – Diametro totale da 18,00 mm a oltre 25,00 mm – La lente è in totale contatto con la sclera – Il serbatoio di lacrimale è illimitato

Spesso l’applicazione di lenti a contatto a piccolo diametro risulta essere infelice per i seguenti aspetti:

  • Cattiva centratura
  • Frequente spostamento o caduta della lente
  • Eccessivo fastidio
  • Occhio secco
  • Problemi ambientali e/o professionali
  • Sports o attività “dinamiche”

La lente a grande diametro appoggia sulla sclera mediante la sua porzione sclerale, quindi la centratura della lente è indipendente dalla condizione topografica della cornea.

I nuovi materiali con cui vengono costruite le nuove lac sclerali hanno valori di permeabilità all’ossigeno (DK) maggiori di 100 e ciò garantisce una buona ossigenazione della cornea.

 

Indicazioni terapeutiche delle lenti a contatto sclerali:

Le indicazioni per l’utilizzo di lac sclerali possono essere di tre tipi:

  • Miglioramento della visione

L’indicazione principale all’utilizzo di lenti sclerali è la correzione delle cornee con superficie irregolare, al fine di ripristinare la visione laddove non è più possibile raggiungerla con lenti di piccolo diametro.

  • Protezione corneale

L’utilizzo di lenti sclerali è particolarmente vantaggioso in tutti quei pazienti che presentano cheratite espositiva, malattie della superficie oculare poichè il serbatoio di liquido dietro la lente sclerale garantisce una valida protezione e idratazione della cornea.

La sindrome di Sjögren, la sindrome di Steven Johnson, il pemfigoide oculare cicatriziale, le malattie corneali neurotrofiche e la cheratocongiuntivite atopica sono le indicazioni comuni all’utilizzo di lenti a contatto sclerali.

  • Esigenze professionali o sportive

Grazie alla loro stabilità, le lenti a contatto sclerali sono particolarmente indicate per la pratica sportiva dei soggetti che devono ricorrere alle lenti a contatto per correggere l’irregolarità della cornea.

Confort delle lenti a contatto sclerali

Un altra valida spiegazione del perché il comfort delle lenti sclerali è così buono, è legato alla minor interazione fra la palpebra e il bordo delle lenti di grande diametro. Le lenti corneali determinano minor confort non solo a causa del contatto con la cornea, ma anche perché con l’ammiccamento le palpebre sfregano sui bordi della lente, facendola muovere con conseguente sensazione di fastidio. Poiché i bordi delle lenti sclerali sono nascosti sotto le palpebre nella loro posizione naturale, questo problema è eliminato. (Sophie-Taylor-West e Nigel Burnett Hodd)

Le lenti corneo sclerali sono più facili da portare per gli utilizzatori part-time rispetto alle lenti corneali GP a causa della minor necessità di un periodo di adattamento. Lenti di diametro maggiore determinano una minore interazione con le palpebre — e quindi minor necessità di adattamento. (Jason Jedlicka 2010)

Poiché le lenti a contatto sclerali non prendono contatto con la cornea, il comfort durante il porto della lente è in realtà uno dei vantaggi più evidenti. Alcuni dei nostri pazienti che utilizzano lenti sclerali effettivamente si lamentato di non essere stati indirizzati prima alle lenti sclerali, dal momento che il comfort è così buono. Notiamo inoltre che molti pazienti con cheratocono con una lente sclerale su un occhio desiderano sostituire con una lente sclerale anche la lente corneale GP dell’altro occhio al fine di ottenere un miglior comfort.  (Esther-Simone Visser e Rients Visser)